In questi ultimi mesi si è parlato molto di crociere, sia per gli incidenti che le hanno viste protagoniste, sia per la crescita inarrestabile che caratterizza questo segmento.

Royal Carribbean, il secondo gruppo crocieristico più importante a livello mondiale, sta infatti puntando ad un’espansione che dovrebbe portarla ad avere sei porti d’imbarco nel nostro paese.

Entro il 2013, gli obiettivi dell’azienda sono, a parte le già assegnate Venezia, Civitavecchia e Genova, Bari, che inizierà ad ospitare la Royal già dal 29 aprile, Messina, dal 30 aprile e poi Napoli, nel 2013.

Per quanto riguarda Genova, importante porto turistico in forte crescita, quest’anno ha anche visto raddoppiate le toccate, si è infatti passati da sette a quattordici e, per il 2013, si parla di arrivare a diciassette.

A questo proposito ha parlato lo stesso Gianni Rotondo, direttore generale per l’Italia che ha dichiarato ‘’La città di Genova ha fatto molto per Royal Caribbean e anche noi cerchiamo di dare alla città. In particolare, importante è l’impegno sul piano della comunicazione attraverso la campagna ‘Ascolta il mare’ che abbiamo lanciato un mese dopo l’incidente del Giglio e deciso di confermare nonostante il periodo di crisi’.