Berlusconi era assediato dalle olgettine, le ragazze che avevano preso parte alle feste ad Arcore e che da lui avrebbero preteso continue somme di denaro. È questo che all’interno del processo Ruby Ter era stato affermato dal ragionier Giuseppe Spinelli, tesoriere di Silvio Berlusconi, ed è questo che risulterebbe dal materiale sequestrato alle ragazze dalla polizia giudiziaria.

Nei telefoni cellulare delle olgettine sarebbero stati rinvenuti video e registrazioni grazie ai quali sarebbe stata accertata la condotta delle ragazze, mirata ad assediare del tutto l’ex Cavaliere (giudicato non colpevole di prostituzione minorile in seguito al processo principale) per ottenere in cambio il denaro. Fra queste anche una telefonata che Alessandra Sorcinelli e Barbara Guerra avrebbero fatto a Berlusconi per lamentarsi del fatto che Spinelli si stesso negando a loro e che da lui aspettavano denaro con urgenza.

Da quanto si è potuto apprendere dai verbali del processo Ruby Ter, la conversazione sarebbe stata la seguente:

Berlusconi: «lo adesso ho dato a Spinelli il benestare per darvi i soldi per andare in America!».
Sorcinelli: «Ah! E invece Spinelli dice di no».
Berlusconi: «Ma come no! Lo chiamo, lo chiamo subito!».
Interviene Guerra: «Silvio, sono Barbara, io sono stanca di essere presa per il culo! Scusami il termine, adesso sono veramente stanca!».
Berlusconi si difende: «Ho fatto un assegno io ieri di 160.000 euro per pagare i mobili della casa…».
Guerra: «Ascolta, Silvio, non è casa mia quella! Sono in mezzo a una strada ancora! Dopo 4 anni di merda! Ma stiamo scherzando? Basta!, eh?».
Berlusconi: «Come scherzando?».
Guerra: «Basta esser presa per il culo, sono stanca! Stanca! Ogni anno stiamo dentro così! Basta!».
Berlusconi: «Guarda che io non capisco niente…».
Guerra: «No, capisci invece! Capisci bene!».
Berlusconi: «Allora cosa faccio?».
Sorcinelli: «Se puoi chiamare subito Spinelli…sì, di fare il bonifico, e poi ci vediamo».
Berlusconi: «Va bene, se c’è il bonifico non c’è bisogno di vederci» ad Arcore.
Sorcinelli: «No no, veniamo anche se c’è il bonifico».

Ruby Ter: le altre tracce

Materiale interessante sembra essere stato rinvenuto anche sul cellulare di Ruby, la cui presenza ad Arcore sarebbe stata registrata anche il 29 novembre 2 il 6 dicembre del 2014. Il fidanzato di Ruby, Luca Risso, sembra invece aver scritto una lettera a Berlusconi, affermando: “La mia vita prese il colpo di grazia nel 2012, quando Lei, per non far testimoniare Ruby a dicembre, ci chiese di andare via e tornare dopo il 10 gennaio. Così, dopo aver visto Maria Rosaria Rossi che ci diede i soldi per andare via, partimmo per il Messico“.

Gli inquirenti avrebbero trovato anche il diaro di iris Berardi (da cui si evincerebbe che la ragazza brasiliana possa aver avuto un primo incontro con Berlusconi quando era ancora minorenne) e gli sms di Marysthell Polanco, tra cui alcuni inviati all’avvocato Ghedini: “Volevo dirti che siamo molto dispiaciute col dottore xke’ nn ci riceve e ci chiude le porte, cose che prima nn faceva (…) Nn ce la faccio più a tenere vostre bugie e la vostra presa per il culo lui aveva promesso pagare il mio avvocato e ha fatto delle promesse quando ci ha detto di venire da voi a dire le bugie, mi ha usata e nn me ne frega andare in galera per colpa di lui, dirò tutto come sta ho tutte le prove“.