Una storia agghiacciante che arriva dalla Russia e precisamente dalla città di Nizhini Novogorod. La polizia ha ritrovato, infatti, in abitazione i corpi senza vita e fatti a pezzi di sei bambini e della loro mamma al quinto mese di gravidanza.

Come riportano i media locali, il carnefice di questa ignobile massacro famigliare, sarebbe il padre dei bambini, il 51 enne Oleg Belov che è stato catturato dalla Polizia dopo un tentativo di fuga e resistenza. L’uomo si era nascosto nell’abitazione di campagna della suocera ma visto braccatosi dagli agenti sarebbe uscito armato di coltello per affrontarli. La polizia ha così acceso il fuoco e lo ha ferito con un colpo di pistola al petto. Adesso l’uomo si trova in ospedale in terapia intensiva, ma non sarebbe in pericolo di vita.

La follia dell’uomo si sarebbe scagliata anche nei confronti dell’anziana madre il cui corpo è stato ritrovato sepolto in un terreno nella zona di Gotokhovets. Gli investigatori pensano che l’uomo avesse tutto pianificato il massacro. I vicini di casa avrebbero sentito le urla ma non hanno avvertito la polizia perché abituati ai litigi frequenti della famiglia.