Secondo la Cnn, il presidente americano Donald Trump starebbe valutando l’ipotesi di licenziare Robert Mueller, il procuratore speciale del caso Russiagate. Ancora, però, non c’è niente di ufficiale: “Rudy parlava delle sue opinioni” si limita a dichiarare la vice portavoce Sarah Sanders. “Mueller non si tocca” è, invece, il grido dei repubblicani che si scagliano contro Donald Trump. “Sarebbe un disastro. Non c’è alcuna ragione di licenziare Mueller” ha tuonato il senatore repubblicano Lindsey Graham.

Russiagate, chi è il procuratore speciale

Robert Mueller, che rischia di essere licenziato dal presidente americano, è stato a capo dell’Fbi per ben 12 anni sotto i presidenti George W. Bush e Barack Obama: un uomo molto appezzato che, adesso, avrebbe le ore contate nell’amministrazione Trump.

Intanto c’è attesa per la deposizione del segretario della Giustizia Jeff Session che parlerà dinanzi ai membri della commissione Intelligence del Senato americano.