Ryanair nel caos dopo l’annuncio dei tagli ai voli. Saranno oltre 2000 le partenze annullate dal momento che la compagnia aerea low cost sarebbe a corto di piloti che, proprio in queste settimane, vorrebbero andare in ferie. Stando alle notizie riportate dalla stampa irlandese, che cita un messaggio interno inviato dal management ai piloti, Ryanair sarebbe arrivata ad offrire 12mila euro a tutti i piloti che rinunceranno alle ferie e che, dunque, sposeranno la causa della compagnia aerea di diminuire i disagi agli utenti e dunque tutte le richieste di rimborso (assai onerose). Piloti che, di fatto, verrebbero premiati con un bonus più che allettante.

Le cancellazioni dei voli potrebbero costare alla compagnia low cost fino a 25 milioni di rimborsi: una cifra insostenibile che potrà essere contenuta solo con l’aiuto dei suoi dipendenti, specialmente dei piloti da cui dipende la partenza degli aerei. Quella del bonus, comunque, è solo un’indiscrezione di stampa, non confermata al momento da Ryanair: nello specifico si tratterebbe di 12mila euro lordi ai capitani e 6mila per ciascun primo ufficiale.

I piloti, dunque, dovrebbero coprire oltre 800 ore di volo nell’anno, ovvero fino ad ottobre 2018, come scrive l’Irish Time. Dovranno accettare, inoltre, di lavorare durante bocchi di “cinque giorni” che Ryanair individuerà in base ai periodi più critici per le cancellazioni. Insomma dovranno rinunciare ad una parte delle loro ferie per il bene dell’azienda. Ma in cambio riceveranno lauti compensi.

Qui tutti i voli cancellati da Ryanair.