E ci risiamo. Ancora disagi per i passeggeri, per tutti coloro che stanno partendo per le tanto attese vacanze estive. Ebbene, quello di oggi è un venerdì nero per Ryanair visto che i piloti di cinque Paesi europei, ovvero Belgio, Svezia, Irlanda, Germania e Olanda, hanno deciso di scioperare costringendo la compagnia aerea low cost ad annullare centinaia di voli. Una circostanza che negli ultimi periodi si è verificata più volte, anche in Italia dove si sono registrati innumerevoli disagi per i passeggeri.

Secondo le ultime indicazioni di Ryanair, più 2.000 voli, ovvero l’85% di quelli previsti, verranno effettuati senza intoppi. Dunque lo sciopero non dovrebbe gettare sul lastrico la compagnia aerea low cost né far infuriare troppo gli utenti. Uno sciopero che colpirà, stando così le cose, sono una parte dei voli programmati. La compagnia intanto, su Twitter, scrive:

Ci vogliamo ancora scusare con i clienti coinvolti da questa interruzione di voli non necessaria e chiediamo ai sindacati di continuare i negoziati anziché indire scioperi ingiustificati.

Non ha pace Ryanair che da tempo deve scusarsi coi propri passeggeri per i continui scioperi del personale che chiede maggiori diritti, maggiori tutele. Un dialogo coi vertici della compagnia aerea che, a quanto pare, non ha ancora dato i suoi frutti.