Nella notte del 5 aprile alcuni uomini armati hanno fatto irruzione nella residenza dei religiosi nella diocesi di Maroua, nel nord del Camerun. Gli aggressori hanno rapito due sacerdoti italiani e una suora canadese. I due preti italiani provengono entrambi da Vicenza. I loro nomi sono Giampaolo Marta e Gianantonio Allegri. Il primo si trova in Africa da sei anni, l’altro da circa un anno.

Non si esclude la pista terroristica sul rapimento dei religiosi (foto by InfoPhoto). E’ possibile che i rapitori appartengano al gruppo islamico nigeriano di Boko Haram. Solo tre giorni fa i terroristi di Boko Haram hanno compiuto due sanguinosi attentati nel nord-est della Nigeria. Due veicoli imbottiti di esplosivo hanno causato una strage che ha provocato più di cento morti e parecchie decine di feriti. Inoltre i miliziani sono piombati sulla folla sparando alla cieca.

Questo gruppo terroristico è legato ad Al Qaeda e ha cominciato le prime attività nel 2009. L’obiettivo dichiarato è instaurare la Sharia, la legge islamica, nel Paese.