Cominciano – oggi 1 luglio – i saldi in tutta Italia: ogni famiglia spenderà circa 230 euro per l’acquisto di articoli di abbigliamento e calzature in saldo. Il valore complessivo stimato di spesa è di 3,5 miliardi di euro. Una boccata d’ossigeno per i commercianti.

Saldi estivi, i consigli di Confcommercio

Confcommercio ha stilato una guida per comprare in tutta sicurezza anche durante i saldi estivi: a partire dai pagamenti che devono essere consentiti anche con carte di credito; fondamentale è l’indicazione del prezzo normale di vendita, la percentuale dello sconto e il prezzo finale. I capi che vengono proposti in saldo, tra l’altro, devono avere carattere stagionale o di moda.

Saldi estivi, attenzione ai furbetti

Sui cambi e sulla prova dei capi non c’è alcun obbligo: decide il negoziante in maniera discrezionale. Il prodotto danneggiato o non conforme – è doveroso ricordarlo – deve essere sempre riparato o sostituito e, laddove non risultati possibile, è obbligatoria la riduzione o restituzione del prezzo pagato in cassa.