Primo weekend invernale di shopping con i saldi, dopo l’anteprima di Basilicata, Campania e Sicilia, mercoledì scorso. A partire da oggi, le percentuali scontate faranno il loro capolino sulle vetrine dei negozi di tutta Italia (foto by Infophoto), anche se vendite promozionali e offerte ribassate hanno già fatto la loro comparsa durante il periodo natalizio, per incentivare gli acquisti dei clienti duramente provati da un 2012 tutto all’insegna della crisi.

Un appuntamento comunque imperdibile, soprattutto per i commercianti, che sperano nell’avvio ufficiale per prendere una boccata d’aria da una stagione che anche quest’anno si è rivelata parecchio infelice. Le previsioni, però, sono tutt’altro che ottimistiche. Sembra che, quest’anno più che mai, gli italiani saranno alquanto restii a svuotare le tasche già duramente provate dalle recenti feste. Solo 6 italiani su 10, è la stima di Confcommercio, spenderanno durante questi saldi invernali, con un calo dell’8% rispetto allo scorso anno.

Ancora più pessimistiche le previsioni delle associazioni dei consumatori, per i quali solo una famiglia su tre farà acquisti con i saldi quest’anno. Circa 150 euro la spesa media prevista per persona, 359 quella a famiglia. In calo soprattutto le vendite di calzature, accessori e biancheria intima mentre dovrebbe resistere lo zoccolo duro dell’abbigliamento. Come da tradizione, restano valide le classiche regole per evitare “fregature”: controllare che il prezzo originale e quello scontato siano entrambi indicati, conservare sempre lo scontrino, diffidare di chi non fa provare i capi e non accetta le carte ma soprattutto fissare un budget massimo di spesa e cercare di non superarlo.