Una ragazza di 19 anni, in vacanza in Salento, ha raccontato ai carabinieri di essere stata violentata da un giovane di 27 anni, di Latina, che sarebbe entrato nella sua stanza d’albergo e avrebbe abusato di lei. Stando ad una prima ricostruzione dei fatti, il giovane accedendo in quella camera alla ricerca di un’altra ragazza, quella che aveva conosciuto la sera prima in discoteca, si sarebbe trovato davanti l’amica. Così l’avrebbe violentata, costringendola ad un rapporto sessuale nella sua stanza all’interno di un villaggio turistico di Mancaversa nel Salento.

I carabinieri hanno immediatamente avviato le indagini e subito dopo hanno arrestato un 27enne di Latina, come riportato dal “Nuovo Quotidiano di Puglia”. I fatti si sarebbero verificati nella notte tra martedì e mercoledì – in un villaggio turistico nel Salento – e il giovane, sentito dagli inquirenti, avrebbe fornito un’altra verità: stando al suo raccontato, il 27enne sarebbe stato invitato a letto dalla stessa ragazza che gli avrebbe chiesto prima di chiudere la porta della stanza e poi di stendersi sul letto con lei. Dunque un rapporto consenziente, secondo il ragazzo fermato.

Peccato che la sua versione non corrisponda con quella fornita dalla vittima che parla di violenza sessuale essendo stata costretta ad avere un rapporto con lui.