Ancora un omicidio nel Salernitano dove un uomo è stato massacrato a botte per una banale lite: stando alle prime indiscrezioni, la vittima – un 67enne – sarebbe stato picchiato a morte per una semplice discussione. L’uomo è stato ritrovato da un parente col cranio fracassato ed è deceduto poco dopo in ospedale. La vittima – che non aveva figli e non era sposato – aveva vissuto per anni in Svizzera dove si era trasferito per motivi di lavoro.

Massacrato di botte per una lite

Sui fatti che sono accaduti a Roccagloriosa, nel Salernitano, stanno indagando i carabinieri di Sapri che sono chiamati a far luce sulla triste vicenda. La vittima, tra l’altro, presenterebbe diverse ferite sul corpo oltre a contusioni alla testa. Si indaga sulle frequentazioni dall’anziano per capire chi possa aver compiuto un simile gesto e soprattutto perché: del tutto ignoto il movente. L’arma del delitto, invece, forse un corpo contundente, sarebbe stata ritrovata nei pressi della sua abitazione.

Massacrato di botte, trovato con cranio fracassato

“Lo ricordo come una persona perbene che si faceva ben volere da tutti. A memoria non ricordo un episodio del genere nel nostro comune [...] Sono vicino alla famiglia per questo momento di grande dolore” ha dichiarato il sindaco di Roccagloriosa Nicola Marotta.