Al Salone del Libro 2013 ho incontrato la make up artist e beauty blogger Roberta Scagnolari, aka Robyberta. Scopriamo insieme il suo libro “Make-up. Vi racconto i suoi segreti e la sua storia” e cosa vuol dire passare dall’online… alla carta.

Il mondo dei blogger è popolato da tantissimi personaggi: quelli che lo fanno per mestiere e ci credono troppo; quelli che lo fanno per passione e si divertono; quelli che vogliono monetizzare; quelli che lo usano come specchio e vetrina della personalità o della propria professione. A me piace quest’ultima categoria: per esporti sul web devi prima di tutto avere qualcosa da dire, poi dirlo bene e, infine, promuovere in modo furbo il tuo lavoro.

Soprattutto negli ambiti più specialistici e allo stesso tempo più luccicanti, come quelli della moda e del beauty, molte blogger esprimono opinioni non supportate da una reale esperienza: abbiamo tutte una preferenza di prodotti o un gusto nel vestire, ma non per questo la nostra opinione è importante.

Al Salone del Libro 2013 ho colto al volo l’occasione quando sulla mia strada è comparsa un bell’esempio di blogger con criterio, ovvero Roberta Scagnolari, che tutti voi conoscerete come @robyberta, una make-up artist nella vita che ha fatto del suo lavoro – bellissimo – un bel riflesso sul web. Per quelli che online vivono e lavorano, Roberta è una delle beauty blogger più conosciute e in gamba della rete: proprio in occasione del Salone, ha raggiunto Torino per presentare il suo primo libro “Make up. Vi racconto  i suoi segreti e la sua storia” (Aliberti Editore) e ne ho approfittato per chiederle cosa sta dietro un progetto di carta che prende piede proprio dalla sua esperienza sul web e nella vita.

Giovanna: Roberta, cosa vuol dire passare dal web alla carta stampata? Cosa cambia nello stile e nei contenuti di scrittura?

Robyberta: Il passaggio dal web alla carta stampata é avvenuto per me due anni fa quando ho iniziato a scrivere per alcune riviste, ricordo ancora l’emozione nell’andare in edicola e comprare qualcosa dove all’interno c’erano frasi scritte da me.
Il libro é sicuramente un’altra storia, un sogno che ho tirato fuori dal cassetto!
L’emozione di vedermi in copertina “alla Carrie Bradshaw” mi fa arrossire ogni volta ma é davvero una soddisfazione grandissima. Lo stile nella scrittura rimane sempre friendly perché fortunatamente nessuno ha mai cercato di cambiare troppo quello che scrivo, i contenuti dipende ovviamente da quello di cui devo parlare ma cerco di essere meno autoreferenziale, più “giornalistica”, tutto un po’meno diario insomma!

Giovanna: I segreti del make-up: dicci in assoluto quello più curioso contenuto nel tuo libro

Robyberta: Nel libro racconto non solo i segreti ma soprattutto la storia del make-up. Quello che personalmente mi affascina di più é scoprire come persone comuni sono riuscite a creare veri e propri imperi cosmetici partendo da un singolo prodotto o da una semplice idea.  La storia più bella e quella alla quale sono più legata é  siciramente quella del mascara forse proprio perché é in assoluto la più romantica! Non ve la racconto però altrimenti vi rovino la sorpresa!

Giovanna: Un consiglio a chi vuole farsi strada sul web come beauty blogger?

Robyberta: Farsi guidare dalla passione, che sia per il beauty o per qualsiasi altra tematica.
La passione é quella cosa che mi ha fatto iniziare, l’unica cosa che mi spinge ogni singolo giorno a pubblicare qualcosa con l’unico fine di avere uno scambio, una condivisione vera con le persone che mi seguono.
La genuinità di un blog credo sia fortemente legata alla passione che un blogger ha nei confronti della tematica che sviluppa all’interno dei singoli post, é come in amore, se non c’è passione e complicità la coppia non funziona!

Qui trovate la scheda del libro di Roberta Scagnolari!