Anche se il Salone del Libro di Torino si è chiuso lunedì 20 Maggio, sul canale cultura di Leonardo continuano le interviste ai protagonisti più digital di quest’anno: oggi tocca a Marta Tovaglieri, la food blogger di Una streghetta in cucina.

A me questo Salone ha lasciato due cose: la voglia di tornarci l’anno prossimo (e non è poco) e molti incontri davvero digital. Quest’anno, come vi raccontavo nel diario del primo giorno (lo trovate qui) i blogger e i tech-addicted presenti al Salone del Libro sia come semplici visitatori che come speakers nei vari incontri organizzati.

Dopo Roberta Scagnolari, oggi ho intervistato per voi Marta Tovaglieri, in gambissima food blogger sul coloratissimo Una streghetta in cucinamamma da pochissimo e in libreria con “Panini Golosi”, il suo secondo libro edito da Gribaudo.

Le ho fatto qualche domanda sul rapporto tra web e scrittura e sul mondo del food. Ecco l’intervista!

Giovanna: Quello del food, dall’esterno, sembra un mondo meraviglioso e assolutamente innamorato del web. perché secondo te il cibo va così forte sui social e sui blog di settore?

MartaInnanzitutto credo che il cibo faccia parte della cultura italiana e quindi questa cosa si riflette anche sui social e sul web. In questo periodo di crisi si ritrova l’importanza delle cose semplici come il cibo, si preferisce fare cene in casa con amici e famiglia e quindi si naviga per i blog alla ricerca di consigli ed idee per cucinare.

GiovannaDa blogger a scrittrice, e alla seconda pubblicazione! Perché un’appassionato dovrebbe comprare Panini Golosi (Gribaudo)?

Marta: Panini Golosi è un libro ricco di idee originali per fare panini che sono dei veri e propri pasti. Dimentichiamoci il panino poco farcito e mangiato frettolosamente e diamogli la giusta importanza! In questo libro troverete panini per tutti gusti: con carni e salumi, vegetariani e col pesce. Non solo, c’è anche un capitolo dedicato ai panini nel mondo per capire come le diverse culture abbiano in comune un bene tanto prezioso come il pane. Si parla anche di panini dolci, che sono l’emblema della versatilità del pane, che può anche diventare un dessert prelibato.

GiovannaQuest’anno sei stata protagonista del Salone del Libro come autrice e come esperta di food a Casa Cook Book: cosa ci racconti di questa esperienza?

Marta:  E’ stata un’esperienza molto bella ed emozionante. Ho presentato il mio libro facendo uno showcooking sui panini più significativi del libro. Ho utilizzato un pane speciale, fatto dai detenuti del carcere di Alessandria, grazie all’associazione Pausa Cafè. Si tratta di un pane fatto con lievito madre e cotto nel forno a legna. Il risultato è stato ottimo! Alla fine la gente mi ha fatto i complimenti e chiesto dei consigli…questa è stata la cosa più bella.