Chiude l’edizione 2014 del Salone del Libro ed ecco che, in coda, arriva la polemica: “Dedico il mio culo al Salone del libro di Torino”. La bomba è esplosa. A dare la scintilla è stata la scrittrice Isabella Santacroce, famosa per la sua trilogia Fluo (gli altri due titoli sono Destroy e Luminal). La Santacroce, tramite il suo profilo Instagram, ha voluto far capire quanto sia legata al Salone del Libro. Ovvero, poco, pochissimo. Questa la foto pubblicata tramite il Social Network.

Un lato B in bella mostra, come protesta per una rassegna che non piace: “Non sono mai stata invitata dal Salone – ha spiegato in un’intervista ad Affari Italiani - e non ci sono mai stata. Non che mi interessi ricevere un invito, ma la verità è che in Italia sono una grande esclusa dal mondo del libro”. Sarà, ma al suo attivo la Santacroce ha testi come Revolver e Amorino e ha già annunciato la sua volontà di proseguire nell’attività letteraria.