Il Salone del Libro si trasferisce a Milano. O meglio, di Salone del Libro potrebbero essercene addirittura due a partire dall’anno prossimo, uno a Milano uno a Torino, la sede storica della manifestazione. L’Associazione italiana degli Editori ha infatti comunicato la volontà di creare una nuova società con la Fiera di Milano e di recedere dunque dalla fondazione del libro di Torino. A rivelare le novità è stato Federico Motta, presidente dell’Associazione italiana degli Editori, che ha anche anticipato una probabile data per il primo Salone del Libro di Milano: maggio 2017.

L’unica certezza, almeno fino a questo momento, è che di sicuro l’anno prossimo si svolgerà un Salone del Libro a Milano. Per quanto riguarda la città di Torino, invece, tutte le ipotesi sono aperte. “L’amministrazione e la fondazione di Torino decidano di fare quello che vogliono. Noi iniziamo un nuovo percorso“, queste le parole conclusive di Federico Motta.

Sta di fatto che il grosso dell’editoria trasferirà le proprie energie a Milano e che nei progetti del primo Salone del Libro meneghino c’è soprattutto la volontà di realizzare una joint venture con Fiera Milano, allo scopo di ottenere un’implementazione del Progetto Promozione del Libro. Grazie alla nuova società che sarà creata, ci si occuperà di promozione e sviluppo del libro su tutto il territorio italiano. Un progetto che dovrebbe basare la propria forza anche sull’organizzazione di fiere che siano in grado di supportare la diffusione della cultura del libro e l’importanza della lettura.

In realtà, come spiegato oggi, la decisione di uscire dalla fondazione del libro di Torino era già stata presa qualche mese fa, a fine febbraio di quest’anno ma sarebbe stata comunicata soltanto adesso per evitare che ci fossero problemi durante la campagna elettorale che si è svolta a Torino.