Ancora una volta a Torino il Salone Internazionale del libro (16- 20 maggio) esce dal Lingotto e invade la citta’ grazie a Salone Off, il programma di appuntamenti che accompagnerà la kermesse fino al 21 maggio, portando i protagonisti del Salone tra i quartieri, le vie e le piazze di Torino e dintorni. Un’iniziativa che continua a crescere a ogni edizione: nel suo decimo anno di attività arriva a coinvolgere 11 realtà (cinque in più dello scorso anno).

Inaugurata lo scorso giovedì, la rassegna offre un ricco calendario di proposte. Circa 350 gli appuntamenti, ben 150 in più dello scorso anno: incontri con autori, letture, spettacoli teatrali, concerti, proiezioni di film, dialoghi tra scrittori e studenti nelle scuole, bookcrossing, mostre, ma anche attività legate all’ambiente, dimostrazioni di cucina con celebri chef, laboratori per bambini, passeggiate letterarie e piccole fiere del libro, oltre ad una maratona letteraria notturna dedicata al Paese Ospite d’onore 2013, il Cile. Saranno oltre 140 i luoghi del Salone Off che ospiteranno gli appuntamenti: teatri, librerie, biblioteche, ex fabbriche, scuole, circoli, locali, strade e piazze, centri di quartiere, musei, ospedali, case popolari, impianti sportivi, centri di protagonismo giovanile, botteghe, mercati, parchi e giardini.

La manifestazione è sostenuta dall’Assessorato alla Cultura della Città di Torino, dalle sette Circoscrizioni coinvolte, e da quattro comuni della cintura: Chivasso, Orbassano, Rivoli e Settimo Torinese. Tutti gli appuntamenti sono a ingresso gratuito, a eccezione di alcuni spettacoli. Inoltre, grazie all’Assessorato al Commercio della Città di Torino e alle Associazioni di via, oltre 200 esercizi commerciali che espongono in vetrina la locandina Io partecipo al Salone Off offrono prodotti e menu scontati a chi si presenta con il biglietto, abbonamento o pass del Salone.

Nel programma si inserisce anche il progetto Dall’idea al chiodo, ideato e organizzato da Luca Beatrice. Dieci musei torinesi (Gam, Mao, Mauto, Miaao, Palazzo Madama, Castello di Rivoli, Museo Regionale di Scienze Naturali, Fondazione Merz, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Fondazione Banna Spinola) e tredici gallerie d’arte di Torino, appartenenti all’associazione Tag, espongono nei giorni del Salone le opere scelte per il programma ispirato alla creatività; mentre giovedì 16, data ufficiale di inizio Salone, musei e gallerie resteranno aperti fino alle 23.

Al Cile e ai suoi scrittori di ieri e di oggi il Salone Off 2013 dedica un’attenzione particolare, con incontri, serate cinematografiche, spettacoli e reading. Tra questi il già citato Nocturno Bolaño 2013, una notte con gli ospiti cileni a patire dalle ore 18 di venerdì 17 maggio. Durante la maratona notturna un gruppo di pintores realizzerà collettivamente un grande mural a tema, sotto la guida dell’artista Eduardo Mono Carrasco: esule cileno, pittore, scrittore e manager del gruppo Inti-Illimani Històrico, vive in Italia dal 1974, in seguito all’espulsione decretata dalla giunta militare all’indomani del golpe. In calendario anche il concerto con gli Umami, lo spettacolo Frontera del gruppo Urzene e i documentari su Bolaño (Cecchi Point, Circos. 7). Alla Biblioteca Civica Amoretti in programma l’incontro Cile in viaggio tra realtà e immaginario, un itinerario che dalle coste e dai deserti cileni segue le orme dell’esploratore De Agostini e si perde nella fantasia di Alejandro Jodorowsky. La giovane scrittrice e giornalista cilena Lina Meruane, una delle voci femminili più importanti e profonde della narrativa cilena, sarà invece alla Libreria Trebisonda; mentre Il Circolo dei lettori propone per domenica 20 maggio il pomeriggio Canzoni e parole per una breve storia della nuova canzone cilena con la musica della fin del mondo, patria di Gabriela Mistral e Pablo Neruda, che ha unito i versi di Violeta Parra e Victor Jara al suono degli strumenti andini.

Molti saranno anche i laboratori ed incontri dedicati alla narrativa per l’infanzia e per i ragazzi: dopo i ripetuti successi degli anni passati, torna Geronimo Stilton in pelliccia e baffi per presentare la serie dei Cosmotopi (Complesso Sportivo Trecate). Alla Fondazione Sandretto Re Rebauengo (via Modane 16) i più piccoli possono incontrare le creature de Il paese dei mostri selvaggi di Maurice Sendak a cinquant’anni dalla pubblicazione del libro, disegnati da cinquanta illustratori italiani. E ancora  Xkè? Il Laboratorio della curiosità, aperto nel settembre 2011 dalla Fondazione per la Scuola (Ente strumentale della Compagnia di San Paolo), propone iniziative per stimolare l’intelligenza e la creatività dei più piccoli. Ai Giardini Sambuy Cesare Buffagni, in arte Buffo, storico disegnatore di Cattivik, e altri maestri del fumetto guideranno i bambini in lavori tra disegno e teatro, mentre la Gypsy Musical Accademy condurrà le lezioni tra canto e movimento per far realizzare ai più piccoli musical ispirati a Peter Pan e ad Alice nel paese delle meraviglie, a cura del Movimento culturale Pensare Oltre. Infine, ma non ultimo per importanza, l Faber Teater di Chivasso, l’attore Marco Baliani, l’illustratrice Romina Panero, l’attore e narratore Roberto Anglisani e il fumettista e illustratore Manuele Fior saranno, in momenti diversi, si recheranno nel reparto di Oncoematologia dell’ospedale infantile Regina Margherita, per partecipare al progetto di teatro e lettura Nella pancia della balena, curato dall’Associazione To.B e rivolto ai bambini ricoverati in ospedale per regalare loro una parentesi di normalità e svago.