Ultimo giorno al Salone Internazionale del Libro di Torino che, con un aumento di visitatori pari al 3,11% nella giornata di venerdì; più 1% sabato, e le lunghe code registratesi ieri, chiude l’edizione 2014 con un bilancio tra i più positivi degli ultimi anni. In aumento anche e soprattutto le vendite, che soddisfano grandi e minuscole case editrici. Vera novità di quest’anno, la valorizzazione della cosiddetta editoria indipendente, cioè i piccoli e i piccolissimi, che, orchestrati nella sua “Officina” da Giuseppe Culicchia, hanno dimostrato che scommettere sulla cultura e sui libri di qualità è una sfida sostenibile. La casa editice Magenes, ha dichiarato un 100 per cento di vendite in più rispetto al Salone del 2013. Nuova Frontiera cresce del 50 per cento. Bene poi Miraggi, Marcos y Marcos e minimum fax, che sale del 7 per cento. Dati che dimostrano come, in controtendenza al sempre minor consumo di libri, se collocati in un contesto allegro e ricco di proposte multitematiche, i libri si possono vendere, eccome.

Ma oltre che per il successo di visitatori e vendite, la XXVII edizione della kermesse torinese passerà alla storia per essere stata nobilitata dalla presenza del Vaticano: ospite d’onore di quest’anno, infatti, proprio la Santa Sede, presente nel Padiglione 3 con uno spazio espositivo che riproduce il selciato di Piazza San Pietro e la cupola della Basilica nel progetto originario di Donato Bramante, di cui nel 2014 ricorrono i 500 anni dalla morte. Religione e spiritualità sono stati dunque al centro dell’edizione 2014, ma tanti i temi che hanno animato questo lungo week end all’insegna della cultura: dalla democrazia alla giustizia, passando per economia e finanza, fino ai dilemmi al centro dei dibattiti sulla bioetica.

Moltissimi, poi, gli incontri, poiché da sempre l’obiettivo non è tanto far incontrare i lettori con i libri, quanto con chi li ha scritti. Ospiti di quest’anno Massimo Cacciari, Nicola Gratteri e Alessandro Nicaso, Bruno Barbieri e Carlo Cracco, Alberto Angela, Massimo Gramellini e Angela Terzani, Ferzan Ozpetek e Luciana Littizzetto, Francesco Guccini, il maestro del reportage fotografico Steve McCurry e il profeta della “decrescita felice”, Serge Latouche. Madrina del Salone 2014, infine, Susanna Tamaro, a 20 anni dal suo successo letterario “Va’ dove ti porta il cuore”.

Non potevano mancare poi gli ospiti “illustri”: il Salone 2014 è stato aperto dal ministro per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo Dario Franceschini che si è poi confrontato con Salvatore Settis e il direttore del Sole 24 Ore Roberto Napoletano, per fare il punto sulla tutela e valorizzazione dei beni culturali in Italia. Per la Santa Sede ospite d’onore il presidente del Pontificio Consiglio della Cultura, cardinale Gianfranco Ravasi, cui è stato affidato lo speech nella consueta serata introduttiva a inviti di mercoledì 7 maggio. Ma al Salone anche il presidente del Consiglio Matteo Renzi, il ministro della Giustizia Andrea Orlando e il ministro dell’Istruzione, Università e Ricerca Stefania Giannini; il Segretario di Stato della Santa Sede, cardinale Pietro Parolin e ancora Giuliano Amato, Emma Bonino, Renato Brunetta, Massimo D’Alema e Walter Veltroni.

Ma il Salone del Libro non è ancora finito: ancora per un giorno, quindi, questi gli imperdibili di oggi:

ore 12.30 – Presentazione libro: GUIDA ALL’ENERGIA NELLA NATURA E NELLE CIVILTÀ UMANE – SPAZIO PIEMONTE

ore 14.00 – Presentazione libro: EMERGENZA DIRITTI UMANI: IMMIGRATI E RIFUGIATI. L’ACCOGLIENZA DELL’ALTRO E IL RISPETTO DELLE DIFFERENZE

ore 14.00 – Conferenza: TORINO2015: LA SFIDA DI UN GRANDE PROGETTO CULTURALE SULLO SPORT a cura di Assessorato allo Sport della Città di Torino

Dallo sport come pratica sportiva alla vision di sistema e di interconnessione tra mondo sportivo, realtà culturali e della formazione per l’elaborazione di nuove politiche sportive cittadine.

ore 15.30 – Presentazione libro: NON DI SOLO PANE. L’EXPO 2015 E LE SFIDE DEL NUTRIMENTO GLOBALE

Santa Sede Ospite D’onore Con il patrocinio di EXPO2015

ore 17.00 – Lezione: GUIDA PRATICA AGLI EBOOK: COSA SONO, COME SI LEGGONO, COSA OFFRONO – BOOK TO THE FUTURE

Ore 17.00 – Sala Gialla MARCO TRAVAGLIO  E’ stato la mafia (Chiarelettere).

La mafia c’è. E lo Stato? Uno dei giornalisti più noti e stimati in Italia e all’estero di cronaca giudiziaria e attualità politica affronta il tema del rapporto Stato-mafia in occasione della pubblicazione del suo nuovo libro che comprende anche il dvd dello spettacolo È Stato la mafia.

ore 18.00 – Arena Bookstock – CONFERENZA STAMPA DI CHIUSURA DELLA XXVII EDIZIONE DEL SALONE INTERNAZIONALE DEL LIBRO DI TORINO – BOOKSTOCK VILLAGE