In occasione della Design Week, dall’8 al 13 aprile, i musei civici milanesi saranno visitabili gratuitamente. Visto il successo registrato nel 2013, il Comune ha infatti deciso di replicare l’iniziativa, regalando a tutti – milanesi e non – l’accesso a una decina di poli espositivi: dal Museo del Novecento, alla Galleria d’Arte Moderna, passando per il Museo Archeologico, quello di Storia Naturale, i Musei del Castello Sforzesco, Palazzo Morando, l’Acquario civico e il Museo del Risorgimento. Esclusi solo il PAC, con la personale di Regina José Galindo e Palazzo Reale, che dal 10 aprile ospita Bernardino Luini e i suoi figli, percorso dedicato all’artista rinascimentale, curata da Giovanni Agosti e Jacopo Stoppa in collaborazione con l’architetto Piero Lissoni. Sempre a Palazzo Reale, contemporaneamente allestite anche le antologiche dedicate a Piero Manzoni, Kandinskji e Klimt (tutte visitabili a pagamento).

Gratuito invece l’accesso alla personale dedicata a Bruno Munari, ospitata al Museo del Novecento, come all’esposizione scientifica Brain, offerta dal Museo di Storia Naturale, la retrospettiva su Luca Beltrami, allestita al Castello Sforzesco e Year after Year presentata alla GAM.

Sarà anche possibile accedere a costo zero alla sala di Lucio Fontana, al Museo del Novecento, che ospita anche “Il Quarto stato” di Pellizza da Volpedo, o ammirare la splendida superficie marmorea dell’incompiuta Pietà Rondanini di Michelangelo, come le forme perfettamente levigate di Antonio Canova, raccolte alla Galleria d’arte moderna.

L’iniziativa, nata dalla collaborazione tra il Comune di Milano e il Salone del Mobile, nel comune intento di valorizzazione delle eccellenze della città di Milano e del suo patrimonio, costituisce “un modo per far considerare i musei non soltanto come luoghi in cui ci sono collezioni straordinarie - spiega l’assessore alla Cultura, Filippo del Corno - ma come case da abitare e frequentare anche più volte nel corso dell’anno“… Come non approfittarne?!