Dopo Cannes e Montecarlo, si apre il sipario sull’edizione numero 53 del Salone Nautico di Genova, quest’anno più acquatica che mai grazie all’inserimento delle barche in ambiente marino rispetto alle passate edizioni. Una nuova passerella permetterà di osservare dall’alto tutte le imbarcazioni. La possibilità di poter testare dal vivo le imbarcazioni, rende più interessante la visita al salone.

Come visto in altre fiere, il design farà eco al “green”. Quindi non solo forma, ma anche una importante ricerca della salvaguardia ambientale.

Dai cantieri Vismara di Viareggio, nasce Vismara 50 Hybrid, vera perla ecologica di navigazione; 16 metri di imbarcazione a vela, con batteria al litio e non in piombo, dotata dell’innovativo sistema “power regeneration”,   che sfrutta il trascinamento del motore elettrico durante la navigazione a motore e quello dell’elica durante la navigazione a vela; è dotata di totale autonomia energetica, di altissimo livello, che la rende più unica che rara.

Scafo realizzato in carbonio, presenta interni gradevoli e ben disegnati, con gli arredi bianchi che quasi si mimetizzano con il contesto. Inutile sottolineare la completezza degli arredi, realizzati con materiali ricercati, senza decori inutili, ma linearità pura. Molto interessante anche gli elettrodomestici presenti a bordo, i quali utilizzano solo gas ecocompatibili, non nocivi all’ozono.

Del filone green, fa parte anche il Winder 150’ di Tilli Antonelli, che propone un motore a propulsuone diesel ed elettrico, realizzato in collaborazione con la Siemens. Un sistema rivoluzionario dal punto di vista ecologico, che sicuramente non passerà inosservato tra i visitatori.

Molto interessante lo Stella Maris, imbarcazione di gran lusso di Viareggio Super Yacht. I 72 metri di questa imbarcazione, nascono da un progetto a 6 mani: gli esterni curati da Laurent Giles e Espen Oeino, mentre gli interni sono stati affidati all’architetto Michela Reverberi. Molto interessante la presenza della piattaforma certificata per l’atterraggio degli elicotteri.

Ferretti propone la ammiraglia di casa; Ferretti 960. Dalla collaborazione con lo Studio Zuccon International Project, nascono 29 metri di lusso ed eccellenza del Made in Italy. A bordo presente il top del design luxury distribuiti nelle cinque cabine: la bellissima poltrona a “U” firmata Frau, il tavolo fumo di B&B, nel bagno lavabo di Antonio Lupi e cristallo doccia di Bianchi e Fontana, fino alla bellissima cucina di Ernestomeda completa di ogni elettrodomestico, rigorosamente Bosch. Vera “chicca” a mio avviso, il portellone del garage arredato con una serie di cuscinerie, così da renderlo una chaise lounge vista mare.

Colpirà poi, per la ricerca del design, il Monokini di Baglietto, con gli esterni disegnati da Fran­cesco Paszkowski Design. Gli interni invece sono progettati da Alberto Mancini, che si ispira al mondo dell’aviazione; pregevole il sistema di illuminazione, l’impiego della domotica e gli impianti video, audio e stereo di Bang & Olufsen.

Tra lusso, design e green, il salone aspetta i suoi visitatori e sognatori.