Matteo Salvini non ha dubbi. Bisogna preparare un censimento dei rom in Italia: “Al Ministero mi sto facendo preparare un dossier sulla questione rom in Italia” ha spiegato, annunciando che “dopo Maroni non è stato fatto più nulla ed è il caos”. Per tutte queste ragioni “occorre una ricognizione per vedere chi, come, quanti sono, rifacendo quindi il censimento”. Poi aggiunge:

Facciamo un’anagrafe, una fotografia della situazione.

Se gli stranieri irregolari andranno “espulsi, i rom italiani purtroppo te li devi tenere a casa”. All’indomani dello sbarco a Valencia dei 629 migranti salvati dalla nave dell’Ong Aquarius (nave rifiutata in Italia, non gli è stato concesso l’attracco nei nostri porti), Salvini intervistato da TeleLombardia, è tornato a parlare del rapporto con le istituzioni europee:

Finalmente l’Italia è ascoltata in Europa e finalmente tutti dicono che l’Italia non può rimanere sola e che bisogna controllare le frontiere.

A breve anche l’incontro con il Santo Padre. “Il Papa? Probabilmente avrò l’onore di incontrarlo questa settimana, è motivo di gioia” ha dichiarato. E sulle parole di Papa Francesco che ha chiesto di accogliere i migranti, ha detto:

Giustamente lui parla alle anime, parla del bene supremo di tutti. Noi che siamo più piccoli ai rifugiati garantiamo i diritti, ma a coloro che non scappano dalla guerra diciamo che non c’è posto.