Matteo Salvini sceglie il salotto di Barbara d’Urso, “Domenica Live”, per annunciare quali saranno le prossime mosse del Governo. Si parte dalla Flat Tax:

Il mio obiettivo è che le partite Iva, quelle piccole, quelle che fatturano 65, 70, 80mila euro, già dal prossimo anno paghino il 15% di tasse e non di più.

Grazie al contratto di Governo, arriverà presto anche il reddito di cittadinanza, battaglia storica del M5s:

Il reddito cittadinanza nel contratto c’è ed è giusto che ci sia perché è un cavallo di battaglia dei Cinque Stelle. In Italia c’è gente che ne ha bisogno, ma è importante che non sia un reddito fatto per stare a casa e guardare la televisione [...] Andremo avanti cinque anni per cambiare il Paese. Non litighiamo né sui ponti né sulle poltrone.

Su Genova ha tuonato:

Il ponte va fatto bene e il prima possibile. A pagare devono essere i signori di Autostrade che hanno sulla coscienza 43 morti.

Come saprete, Salvini è indagato per il caso Diciotti (la nave con a bordo oltre 150 migranti, ferma al porto di Catania per cinque giorni). A tal proposito è tornato a parlare della magistratura:

Tanti pm fanno egregiamente il proprio lavoro, alcuni ci hanno rimesso la pelle per combattere la mafia. Altri, pochi, fanno politica. Ogni giorno in Italia ci sono magistrati e pm che rischiano la vita contro mafia e camorre: il giudice Rosario Livatino dovrebbe essere studiato a scuola, parlava poco e lavorava tanto.