Il Ministro dell’Interno e vicepremier Matteo Salvini esulta per i risultati ottenuti in questi mesi sul fronte immigrazione. “Ora in mare non è rimasta più nessuna Ong. Abbiamo fatto più noi in tre mesi di governo che il Pd in 5 anni. Noi andiamo avanti senza paura, non saranno inchieste o minacce a fermarci” ha scritto in un tweet postando un articolo del Fatto in cui si afferma che “la nave Aquarium si ferma”. Dello stesso avviso anche il sottosegretario alla Difesa Volpi:

Nave Aquarius rientra a Marsiglia e senza nessuna nave Ong nel Meditteraneo si interrompe così un meccanismo che, al di là dell’encomiabile intento umanitario degli operatori, non ha arrestato la tragedia dei morti nel Mar Mediterraneo e ha riversato centinaia di migliaia di disperati nei porti italiani [...] Un paese sovrano non permette che l’agenda delle politiche migratorie venga dettata dalle ong, i cui finanziatori non rispondono delle problematiche connesse con l’impatto demografico degli ingenti flussi migratori, né dei costi materiali e sociali dell’accoglienza, né della difficoltà delle politiche di integrazione, né di quelle securitarie.

Ma l’Aquarius avverte:

Torneremo il prima possibile nella zona di ricerca e soccorso.

Al momento, infatti, l’Aquarius si trova nel porto di Marsiglia per uno scalo tecnico “dopo 27 giorni in mare e 3 salvataggi”.