Il leader della Lega Nord Matteo Salvini torna a far discutere per le sue dichiarazioni contro le massime cariche dello Stato. Dopo gli attacchi alla Presidente della Camera Laura Boldrini, paragonata a una bambola gonfiabile, Salvini si è scagliato contro il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

A infiammare gli animi dell’esponente del Carroccio è ancora una volta il tema dell’immigrazione. Dopo l’invito a non avere paura degli immigrati rivolto oggi da Mattarella agli italiani, Salvini accecato dall’ira lo ha definito addirittura un complice degli scafisti.

In un post pubblicato su Facebook Salvini ha usato toni durissimi che rasentano il vilipendio:

Mattarella anche oggi predica accoglienza, invita a “costruire ponti”, dice che non si può “vietare l’ingresso” agli immigrati. Buono? No, complice di scafisti, sfruttatori e schiavisti. L’anno scorso 107.000 italiani (22.000 giovani) sono scappati all’estero per lavorare, ma Mattarella preferisce preoccuparsi dei clandestini.

Salvini si è spinto oltre lanciando l’hashtag #Mattarellaclandestino. Il post ha raccolto decine di commenti tra i sostenitori della Lega Nord, che incitati da Salvini hanno accusato Mattarella di non occuparsi a sufficienza dei problemi degli italiani, dedicando discorsi vuoti e retorici agli immigrati. Solo poche ore prima Salvini aveva attaccato Renzi e la Boldrini prendendo le difese del sindaco leghista di Bondeno che ha chiuso le porte ai profughi:

Fabio Bergamini, sindaco leghista di Bondeno (Ferrara), ha cancellato le richieste della Prefettura di accogliere immigrati. “Il mio è un gesto di civiltà, ci sono ancora 634 terremotati fuori dalle loro case” ha detto il sindaco. Bravo! Alla faccia dei Renzi e delle Boldrine di turno…

Ieri invece era stato il turno del capo del settore Immigrazione di Alfano:

Tal signor Morcone, propone oggi sul Corriere di dare lavoro ai (finti) profughi per dare loro un futuro, ad esempio in edilizia, agricoltura e assistenza. Vallo a spiegare a uno dei 4 milioni di italiani disoccupati. Questo è fuori, io lo licenzierei e lo metterei su un barcone!