Matteo Salvini non ha dubbi. Oggi, nel corso della visita in Sicilia, prima a Catania, poi a Pozzallo e infine a Modica, ha ribadito quali saranno le sue prossime mosse da Ministro dell’Interno. “Sui migranti non terremo una linea dura ma di buon senso. La Sicilia non può essere il campo profughi d’Europa ha tuonato il segretario della Lega chiarendo che non è sua intenzione lasciar morire uomini, donne e bambini in mare. Suo obiettivo è, invece, regolamentare l’immigrazione e fermare gli sbarchi il prima possibile. “Non assisterò a sbarchi su sbarchi senza fare nulla” ha aggiunto.

Queste le parole del vicepremier e Ministro dell’Interno Matteo Salvini:

Il Mediterraneo è un cimitero. C’è un unico modo per salvare queste vite: meno gente che parta, più rimpatri. La vita è sacra e per salvarla bisogna evitare che salgano sulle carrette del mare. Da Ministro farò di tutto, lavorando con quei governi, per evitare le partenze di quei disperati che pensano che c’è casa e lavoro in Italia [...] Ho scoperto che da noi il costo di assistenza per i richiedenti asilo è il più caro d’Europa e i tempi di rilascio delle autorizzazioni i più lenti. Limitare sbarchi e aumentare le espulsioni significa salvare vite, lo dico semplice così lo capisce anche Saviano. Occorre chiudere il business della malavita sulla gestione migranti.