La milanese Samantha Cristoforetti è pronta a raggiungere l’International Space Station, la stazione spaziale internazionale, nell’ambito della missione Futura avviata dall’ASI, l’Agenzia spaziale italiana. Il decollo è fissato per le 22 di domenica ora italiana dal cosmodromo di Bajkonur, in Kazakistan. L’astronauta raggiungerà in sole 6 ore la stazione orbitante a bordo della capsula Soyuz, diventando la prima donna italiana nello spazio.

La capsula Soyuz trasporterà il team di astronauti sull’ISS a una velocità di 28 mila chilometri orari, dopo aver compiuto quattro orbite intorno alla Terra. La partenza di Samantha Cristoforetti verrà trasmessa in diretta streaming su Asi.tv a partire dalle 20 e 30 di domenica.  Nel corso della sua permanenza sulla stazione spaziale, della durata di sei mesi,  la pilota trentasettenne dell’Aeronautica Militare parteciperà a ben 200 esperimenti, insieme al cosmonauta Anton Shkaplerov e all’astronauta Terry Virts. Le attività in cui verrà coinvolta l’astronauta vanno dallo studio del comportamento dei fluidi in assenza di gravità al monitoraggio del sonno in condizioni di alta pressione fino alle “semplici” passeggiate nello spazio.

Nel corso della missione Futura verranno effettuati anche numerosi interventi di manutenzione alla stazione spaziale internazionale, allo scopo di rendere la struttura ancora più all’avanguardia e permettere missioni di lunga durata e maggiormente elaborate in futuro, senza dover ricorrere a continui approvvigionamenti dalla Terra.

Per conoscere tutti i dettagli della dura preparazione a cui ha dovuto sottoporsi l’astronauta e le curiosità più disparate sulla vita nello spazio potete leggere il diario di bordo tenuto da Samantha Cristoforetti sul portale dell’ESA avamposto42. L’astronauta ha iniziato a documentare il training e gli esami preliminari nel luglio del 2013, a 500 giorni dal lancio nello spazio della capsula Soyuz. Nei giorni scorsi l’astronauta ha raggiunto il Kazakistan per gli ultimi controlli prima della partenza e alcuni gesti emozionanti e simbolici. Come racconta la stessa Samantha sulla sua fanpage ufficiale:

“Oggi Terry e io ci siamo dati al giardinaggio…l’ultima volta che ho piantato un albero ero in quinta elementare; oggi però ero probabilmente altrettanto felice di quando avevo undici anni! È davvero un grande onore avere il “mio” albero nel viale dove si trovano quelli di ogni essere umano che abbia mai lasciato la Terra partendo da Bajkonur”.

Photo Credit: Samantha Cristoforetti via Facebook