Atteso come un vero e proprio evento popolare, a Napoli si è celebrato nuovamente il miracolo del sangue di San Gennaro, che come sempre accade si è liquefatto.

Alle 10.38 di questa mattina il Duomo della città partenopea ha visto una folla di fedeli festeggiare con applausi e grida la liquefazione del sangue del santo conservato nelle apposito ampolle.

A dare l’atteso annuncio il cardinale Crescenzio Sepe: la ripetizione del miracolo, che avviene tre volte all’anno (il 19 settembre – giorno di San Gennaro – a dicembre e il primo sabato di maggio) è infatti ritenuta di buon auspicio sia per Napoli che per la Campania in sé.

Al miracolo in sé segue ora la processione verso l’altare maggiore della Cattedrale, dove le ampolle verranno presentate ai fedeli per essere venerate, e dove avverrà la Celebrazione Eucaristica.

Sono tanti gli studi scientifici effettuati nel corso degli anni sul contenute delle ampolle. Inizialmente era stata messa in dubbio persino la natura stessa del contenuto, poi confermato essere proprio del tessuto biologico.

In generale i diversi esperimenti compiuti hanno mostrato come sia possibile riprodurre la situazione della liquefazione del sangue di San Gennero, per quanto resti inspiegabile la regolarità con cui avviene l’evento (nonché i rari casi in cui il prodigio non si manifesta).

Quel che è certo è che i napoletani questa sera festeggeranno come al solito con un concerto in piazza Mercato: al quale parteciperanno artisti musicali come il rapper Valerio Jovine e il dj Frank Carpentieri. e comici come il team di Made in Sud e Lello Arena.