Calato il sipario sulla 63° edizione del Festival di Sanremo è tempo di tirare le somme.

I vincitori sono loro: Marco Mengoni e Antonio Maggio. Oltre a Elio e le storie tese che si sono visti aggiudicare il premio della giuria di qualità.

E se proprio il gruppo capitanato da Elio ha stupito e divertito il pubblico con ironici costumi di scena, i due giovani vincitori hanno calcato il palco con abiti ben più tradizionali.

Eleganti, elegantissimi, Mengoni e Maggio hanno infatti cantato le canzoni che li hanno portati alla vittoria sempre in completi precisi ed impeccabili.

Merito anche degli stilisti che hanno messo al servizio di questi artisti la loro arte.

Vedere le esibizioni per credere.

Antonio Maggio ha così fatto il suo debutto in Carlo Pignatelli. Il celebre designer italiano ha infatti deciso di vestire il giovane cantautore pugliese ritrovando in lui tutti i tratti distintivi della maison che anima.

Proprio com’è stato per le Iene televisive, che Pignatelli veste ormai da diverse stagioni.

Eleganza, grinta e classe”, di questo stiamo parlando. E a guardare il risultato del bozzetto che vi avevamo anticipato, ritroviamo tutte queste caratteristiche nel completo sfoggiato da Antonio la sera che lo ha visto diventare vincitore.

Un ritorno all’eleganza di altri tempi, ma con quell’aria scanzonata e moderna di giovane cantautore. Risultato vincente, no?