Conclusa la seconda serata dobbiamo ammetterlo, la regina di Sanremo è lei: Luciana Littizzetto.

La scalinata dell’Ariston è già stata calcata da donne bellissime, su tutte Bar Refaeli che ieri ha fatto il suo debutto da valletta nel corso della seconda serata della kermesse musicale.

Ma la scena è tutta per Luciana, che con la sua verve innata riesce a risplendere su tutte e tutto.

Complici anche i suoi look, sfavillanti e colorati.

Se gara non c’è stata per Bianca Balti, promessa a Dolce&Gabbana, mentre Bar Refaeli è stata vestita da Roberto Cavalli, la regina del Festival ha scelto di indossare le creazioni firmate Gabriele Colangelo.

Il designer, sostenuto dalla costumista Ester Marcovecchio, ha realizzato per la sua musa in formato mignon capi che ne esprimerne la personalità.

Hanno preso così forma jaquard preziosi, che si sono insinuati tra variazioni di texture e consistenza.

Tanti anche i giochi tra coprente e trasparente, tra lucido e opaco per outfit che sottolineano il punto vita, con bustier costruiti internamente che cedono il posto ad un abito a trapezio.

Con la sua personalità forte e la sua mente acuta, Luciana Littizzetto è una donna che porta i pantaloni insomma.

Ma solo se accompagnati da un bustino ricamato in paillettes silver sovrastampate con floccature degradè.

Perché Sanremo rimane pur sempre Sanremo.