Platea, seconda fila, posto 28: un sogno che si realizza grazie a Mamma Rai che mi ha ospitato. Entriamo alle ore 20 e subito la frenesia dei tecnici, il correre a destra e a sinistra della platea per gli ultimi dettagli mette un po’ di ansia…

Alle ore 20.45 inizia la diretta e Fabio Fazio è visibilmente emozionato. Al primo blocco ci chiede a noi pubblico in sala se va tutto bene, vuole essere rassicurato. La complicità tra lui e Luciana Littizzetto è visibile, il coordinamento è preciso, ore di prove alle spalle. Le scarpe di Luciana creano qualche problemino alla presentatrice fino dall’inizio: il tacco è davvero alto così come il plateau.

Il punto clou della serata è inutile dire che è stato il momento della contestazione partita da due individui “soliti noti” a Sanremo che in
cerca di visibilità hanno rovinato il pezzo ad un Maurizio Crozza visibilmente adirato, tanto da non andare avanti per diversi minuti. Anche durante il congedo dal palco, finita l’esibizione il comico è teso, rammaricato nonostante il nostro fragoroso applauso.

La gara scorre liscia: i miei vicini giocavano a Ruzzle durante Maria Nazionale, che invece ho apprezzato in quanto ha cantato su musiche che richiamano l’origine della canzone italiana popolare,musica napoletana; dal vivo non hanno entusiasmato i Marta sui Tubi mentre la platea si è riscaldata con Marco Mengoni Chiara Galiazzo, esattamente primo e ultimo cantante ad esibirsi.

Durante i neri pubblicitari la Littizzetto non smette di fare la mattatrice della kermesse, si lascia andare al suo linguaggio e si “rilassa” un po’.

Stamane i risultati sono forti, importanti: il 47% di share per la prima parte, 53,54 per la seconda parte con 8.146.000 spettatori e media ponderata di quasi 13 milioni di telespettatori con oltre il 48% di share.

Appunti da casa di una telespettatrice affezionata del festival che l’Auditel dovrebbe premiare con un Premio Fedeltà: mia nonna Cia di 82 anni.

- “Abbiamo sempre guardato il Festival per vedere i fiori e le loro composizioni: era un appuntamento fisso e quest’anno non c’è nemmeno traccia”.

- “Mi sembra che la Littizzetto sia un po’ audace nel linguaggio”.

- “Il comico el me xe piasudo (trad. “Crozza mi è piaciuto”)”.

- “Per il resto ho dormito due ore. Le canzoni le risentirò”.

Il Festival è anche questo… Continua…