Che sia un Sanremo social non c’è dubbio: dai telespettatori, ai cantanti, fino agli addetti ai lavori tutti sono sbarcati su Twitter per commentare live questa kermesse che appassiona e divide il popolo italiano.

Curioso vedere come reagiscono i protagonisti dell’Ariston dopo le loro esibizioni. Ad esempio Simone Cristicchi che teneva molto che passasse la canzone “Mi manchi”, invece eliminata, scrive: @scristicchi ”Ciao a tutti. Sono ancora vivo. La prima canzone l’ho cantata male perché 1 minuto prima di salire sul palco mi hanno presentato Carla Bruni“.

Annalisa, invece scrive prima di salire sul palco: “Ragazzi ci siamo!!! Ho il pass per questa sera!!! Tutto è pronto e l’emozione…”

Tra i giovani leggiamo Renzo Rubino @renzorubino:”Voglio urlare più forte di prima. Esattamente intorno le 23.30″ mentre Il Cile,eliminato dalla kermesse cinguetta: @ilcile ”GRAZIE A TUTTI!! IO SONO FELICISSIMO… L’IMPORTANTE ERA SALIRE E CANTARE COME VOLEVO… E HO CANTATO COME VOLEVO…VI RINGRAZIO!!”

Insomma le emozioni tutte in 140 caratteri.

Ho notato però, con rammarico,  che molti account sui Social Network sono gestiti dalle case discografiche le quali, essendo proiettate in ottica marketing, ci mettono pochissimo pathos nel comunicare ai loro fans le vere emozioni degli artisti. Un piccolo errore considerare i social vie di comunicazione a senso unico. E’ passata l’era della distanza tra artista-fan o è ancora di moda?