Roberto Casalino, classe 1979, è un cantautore di Latina molto conosciuto per essere autore di canzoni che tutti noi conosciamo tra i quali L’essenziale di Marco Mengoni, Per sempre di Nina Zilli, Non ti scordar mai di me di Giusy Ferreri. In questo Sanremo 2014 ha firmato il brano di Francesco Renga A un isolato da te (ascoltala qui) che purtroppo è stata eliminate, mentre è ancora in gara con Ti porto a cena con me cantata da Giusy Ferreri (qui testo e video).

L’abbiamo raggiunto per un’intervista esclusiva per noi di Leonardo.it

Roberto Casalino, ogni anno protagonista di Sanremo grazie alle tue parole, a chi ti ispiti quando scrivi una canzone?

“L’ispirazione viene sempre dal modo in cui vivo e vedo le cose che mi accadono quotidianamente, il mio modo di reagire alle mie stesse emozioni. Cerco di chiamarle tutte per nome, soprattutto le emozioni più scomode e dolorose. Non riesco a scrivere non mettendomi a nudo”.

- “Ad un isolato da te” a sorpresa è uscita dalla gara ma lo stesso Francesco Renga sostiene che avrà una vita propria indipendentemente dall’esito della gara…

“Sono molto legato a “A un isolato da te” e ricordo ogni istante in cui l’ho scritta. Mi ha fatto comunque piacere che sia stata eseguita da Francesco sul palco di Sanremo e ovviamente sarei stato contento se fosse andata avanti. Ma per tutti noi e gli addetti ai lavori, è un brano “priorità” e spero possa uscire in futuro come singolo”.

Quale è la canzone a cui sei più affezionato?

“Sono tutte parte di me e fotografano un determinato periodo della mia vita, per cui non ho una preferita. Posso dirti, però, che affettivamente sono legato a “Non ti scordar mai di me” perché da quella canzone ho avuto la mia grande possibilità! Adesso sono concentrato su “Ti porto a cena con me”, brano interpretato da Giusy Ferreri in questo Festival: è una canzone che mi “distrugge” ogni volta che l’ascolto è da quando l’ho scritta”.

Con quale artista vorresti collaborare?

“Mi piacerebbe lavorare con Elisa per un suo prossimo disco, Carmen Consoli, Laura Pausini, Mina e…potrei andare avanti ore”.

Cosa si prova ad essere autore di successo ma non calcare mai il palco di Sanremo?

“Oltre ad essere autore e compositore, sono innanzitutto un cantautore per cui spero prima o poi di partecipare al Festival e metterci a pieno la faccia. Vivo comunque in modo molto sereno il mio ruolo di autore, perché ciò che mi preme è arrivare alla gente e raccontare loro il mio modo di vedere la vita e soprattutto i sentimenti”.

Quali sono i tuoi progetti per il futuro?

“Sto ultimando il mio secondo disco e conto di pubblicarlo nei prossimi mesi. Continuerò ovviamente a scrivere ogni volta che la creatività mi fa visita e suonerò in giro per l’Italia con la mia band. Insomma, mi tengo impegnato”.

LEGGI ANCHE:

Francesco Renga Sanremo 2014: “In un’era come questa, la canzone pop deve tornare a far sognare”.

Giuliano Palma Sanremo 2014: “In valigia almeno 7 paia di occhiali da sole”.

Sanremo 2014: la conferenza stampa della seconda serata.

Veronica De Simone Sanremo 2014: “Nella mia valigia non mancano mai cuore e cervello”.

Frankie Hi Nrg Sanremo 2014: il rapper racconta il suo Festival a Leonardo.it.

Festival di Sanremo 2014: Renzo Rubino racconta la sua prima volta da Big.

Sanremo 2014: la conferenza stampa della prima serata.