Nella sala stampa si apre la conferenza stampa con i dati di ascolto della prima serata del Festival: 45,93% di share; picco di ascolto alle 21,26 nel monologo di Luciana Littizzetto con oltre 16 milioni di telespettatori con uno share del 23.58%. L’apice al 55,76% con Cat Stevens (guarda qui il video della sua performance).

Pif ha totalizzato uno share 29,16% e Raiuno è stata la rete più vista ieri sera.

Prende la parola il Direttore Giancarlo Leone: “E’ uno dei migliori ascolti di sempre, sono molto soddisfatto“.

Fabio Fazio: “Quel lungo prologo degli operai ha inquietato molto il pubblico a casa. Ha sconvolto la scaletta, la gara è partita in ritardo c’è stata una frammentazione della serata e ha spostato i blocchi pubblicitari. Stasera vorrei che la prima canzone uscisse alle ore 21″.

Poi continua: ”Pif è un portento, ha fatto ascolti che non farà mai più. L’inizio di Ligabue è una delle cose di cui io sono più orgoglioso. Ha avuto il risultato che ha avuto, gli sono molto vicino per motivi professionali, artistici e affettivi. Luciana è stata una fonte inesauribile di energia e la Carrà è stata di una generosità rara”.

Littizzetto: “Divertirsi, stare bene. Sono lusingata di aver avuto affianco la Carrà. Ho la percezione che quest’anno ci sia un dolore diffuso. Stiamo cercando di costruire un racconto leggero che parla di bellezza. E’ un momento molto complicato, molto di più dell’anno scorso. Ho avuto questa percezione ieri sera, anche lo spettacolo in sè è stato scombinato e l’equilibrio che c’era dentro ha subito uno scossone“.

Fazio:E’ un Paese con troppa ira. C’è bisogno di trovare un terreno comune, c’è un’ansia che si avverte. Mio figlio che ha nove anni mi ha detto: ‘Papà ti ho visto in ansia’. Ha usato la parola ansia. Noi vogliamo proporre il tema della bellezza e della costruttività. Ieri dal punto di vista emotivo ero provato.”

Arriva, quindi, la domanda che tutti gli spettatori si sono posti ieri: come hanno fatto i due potenziali suicidi a procurarsi i biglietti i disoccupati? Come sono arrivati fino a lì?

Giancarlo Leone: “E’ stato simulato un malore da una donna chiamata Maria Rosaria Pascale. Sono state denunciati per violenza privata, per aver costretto con minacce a far leggere in diretta una lettera . I nomi dei tre sono: Antonio Solazzo , Marino Marsicano e Salvatore Ferrigno. Dalle verifiche risultano dipendenti del Consorzio unico del bacino di Napoli che si occupa di raccolta di rifiuti. Sono oltre da un anno senza stipendio, alcuni di essi hanno avuto precedenti penali per interruzione di pubblico servizio (bloccando una via di Napoli minacciando di darsi fuoco). Sono arrivati ieri mattina a Sanremo in automobile e dichiarano alla Questura di aver acquistato due biglietti al botteghino e due ai bagarini”.

Nel frattempo annunciano il ritorno di Marco Mengoni venerdì sera oltre al programma della serata che prevede i 4 giovani in gara: Filippo Graziani, Diodato, Bianca e Zibba oltre i 7 big restanti. Aprirà Francesco Renga e chiuderà Sarcina.

In conclusione Fazio ricorda le parole di Enzo Biagi: “Le parole possono fare molto male, ricordalo. Non abbiamo diritto ad entrare nella vita delle persone“.

(Foto by InfoPhoto)