È stato rinvenuto in Sardegna il corpo di una giovane donna, di 28 anni, trovato all’interno di una stanza di un appartamento in località Lu Fraili, alle porte di San Teodoro. La donna, originaria di Biella, lavorava in un locale di Puntaldia, e sarebbe deceduta a causa di ferite da arma da taglio: la dinamica dei fatti non è ancora chiara e gli inquirenti stanno indagando per restituire verità e giustizia alla famiglia della vittima. Il compagno della donna, intanto, anche lui con ferite multiple provocate presumibilmente da un coltello, è stato ricoverato all’ospedale di Olbia, dove si trova piantonato dai carabinieri. La sua versione non convince.

Sardegna, ipotesi omicidio-tentativo di suicidio

Secondo gli inquirenti, dunque, potrebbe essersi trattato di un omicidio e di un successivo tentativo di suicidio. L’uomo, il compagno della vittima, prima avrebbe ucciso la donna e poi avrebbe tentato di togliersi la vita. La donna sarebbe stata uccisa all’interno della sua abitazione dove si trovava insieme al fidanzato: non è chiaro nemmeno il movente dell’omicidio.

È stato l’uomo ad allertare le forze dell’ordine raccontando, tra l’altro, di aver subito un’aggressione intorno alle 10 del mattino di domenica. La polizia indaga ma i sospetti sono tutti sul compagno della vittima.