Ugo Cappellacci, Presidente della Regione Sardegna, ieri 6 gennaio 2012, ha annunciato che entro due settimane verranno ripritinati i collegamenti a basso costo tra Civitavecchia ed Olbia, da parte della Società SAREMAR, gestita dalla regione stessa, così come è stato per la stagione 2011. Da lunedì prossimo, 9 gennaio, sarà possibile prenotare il proprio viaggio direttamente on-line e le tariffe dovrebbero essere allineate a quelle dello scorso anno. Il Presidente si è mostrato deciso nell’affermare che ”Prosegue la nostra battaglia per tutelare il diritto alla mobilita’ dei sardi, per creare nuove opportunita’ per le nostre imprese e per ripristinare le regole del libero mercato. La flotta sarda e’ nata come risposta della Regione all’aumento patologico dei prezzi praticati durante l’estate scorsa dalle compagnie di navigazione.” Il goverantore sardo ha definito l’aumento dei costi delle società private un vero e proprio emargo, ricordando che “Nel giugno 2011 la nave Scintu salpo’ dal porto di Civitavecchia per raggiungere quello di Golfo Aranci, seguita pochi giorni dopo dalla Dimonios, sulla tratta Porto Torres-Vado Ligure. Il primo esperimento  ha consentito di trasportare oltre 130 mila passeggeri e piu’ di 40 mila veicoli a costi contenuti. Lo abbiamo fatto utilizzando personale sardo e promuovendo a bordo i prodotti tipici della nostra terra”. Prosegue le proprie dichiarazioni di sarda tenacia affermando che “La flotta sarda rappresenta una delle iniziative finalizzate a rivoluzionare il sistema della continuità territoriale marittima. Essa si somma al ricorso all’Antitrust contro le tariffe praticate dagli armatori, e soprattutto alle azioni politiche e giurisdizionali per abbattere quel mostro marittimo e giuridico rappresentato dalla ex Tirrenia: un’anomalia c