Continua la lotta degli attivisti di Greenpeace che, nelle acque dell’Artico, stanno tentando di impedire che le trivelle della piattaforma Prirazlomnaya di Gazprom vengano messe in funzione.

Siamo così giunti al quinto giorno di protesta, oggi gli uomini di Greenpeace sono riusciti ad intercettare l’imbarcazione Anna Akhmatova, a bordo della quale sono trasportati i lavoratori che dovranno occuparsi della trivellazione e, con un gommone, le stanno impedendo di muoversi.

Le condizioni dell’Artico, come spiegano gli stessi attivisti di Greenpeace, non sono mai state così difficile, siamo raggiunti ad un livello negativo storico per quanto riguarda la sopravvivenza dei ghiaccia, fondamentale per mantenere il clima della terra mite ed equilibrato.

A colpire i nostri mari, soprattutto quello Artico, è anche l’acidificazione cui causa è l’ossido di carbonio emesso, ancora una volta, principalmente dall’uomo.

Per aiutare Greenpeace basta firmare la petizione Save The Arctic che potete trovare sul loro sito, bastano pochi secondi per salvare il nostro pianeta.