La Procura di Varese ha iscritto nel registro degli indagati il senatore Antonio Tomassini, del Pdl (foto by Infophoto), presidente della commissione Sanità di Palazzo Madama, oltre al direttore generale della Sanità alla Regione Lombardia, Carlo Lucchina e ad alcuni consulenti ed intermediatori tra cliniche private ed enti pubblici. La Guardia di Finanza ha effettuato delle perquisizioni a casa di Lucchina e negli uffici della Regione.

L’inchiesta lavora su ipotesi di reato di concussione e corruzione commesse da alcuni imprenditori che gestiscono case di cura a Varese e nella provincia. Lo scopo dei reati sarebbe stato finalizzato all’ottenimento di convenzioni con la Regione. Cioè: l’accusa ipotizzerebbe il versamento di tangenti per ottenere convenzioni con la Regione per l’attività sanitaria.

Queste indagini sono collegate all’inchiesta nata dal fallimento di alcune società del gruppo imprenditoriale varesino dei fratelli Polita. In particolare ci si riferisce all’azienda Ansafin, proprietaria di un albergo costruito prima dei mondiali di ciclismo e degli edifici dove si trova la clinica privata “La quiete”. Il senatore Tomassini presenziò alla cerimonia d’inaugurazione dell’albergo.

Il senatore Tomassini ha fatto sapere di essere estremamente sereno, e di attendere di essere sentito dal magistrato per chiarire la propria posizione.