Berlino ha ribadito il suo no all’asilo politico per Edward Snowden: “Non c’è ragione di concedere asilo a Snowden, non e’ un perseguitato politico“, ha detto il ministro degli interni, Hans-Peter Friedrich, a un giornale oggi.ù

La talpa del datagate aveva avanzato la richiesta di asilo nella lettera consegnata al deputato verde Hans-Christian Ströbele durante l’incontro moscovita dello scorso 31 ottobre.

Non ci sono le condizioni per accoglierlo”, aveva già confermato ieri, 4 novembre, il portavoce di Angela Merkel, Steffen Seibert, aggiungendo che una verifica dei presupposti era stata già effettuata a luglio e che nulla è cambiato negli ultimi mesi.