Una truffa da 47 milioni di euro ai danni del Monte dei Paschi di Siena: è il cuore dell’indagine avviata dalla Procura di Siena che ha portato la Guardia di finanza ad eseguire decine di perquisizioni nella mattinata del 24 febbraio. Attualmente risultano indagate 11 persone, tra ex funzionari della banca e broker finanziari. L’ipotesi di reato formulata dagli inquirenti è associazione per delinquere aggravata finalizzata alla truffa. La banca (foto by InfoPhoto) è dunque vittima della vicenda. Questa indagine tuttavia deriva dall’inchiesta principale sugli ex dirigenti dell’istituto, soprannominati “la banda del 5 per cento“, poiché avrebbero preteso una tale percentuale su ogni operazione.

La truffa oggetto delle perquisizioni odierne sarebbe avvenuta eseguendo movimenti di denaro su conti correnti intestati a società con sede in paesi offshore. Le prequisizioni sono state effettuate in varie regioni d’Italia.