Tre ragazze sono state sospese da scuola per tre giorni dopo che il personale ha scoperto che da qualche tempo scattavano foto ad una compagna che soffre di crisi epilettiche. Il loro compito sarebbe stato quello di assisterla e invece le tre ragazzine facevano tutt’altro: quando la compagna aveva le crisi epilettiche le scattavano una serie di fotografie e poi le inviavano al gruppo WhatsApp della classe, una prima di un Istituto professionale a indirizzo socio-sanitario che si trova nella zona del torinese.

Fra le foto che sarebbero state scattate, anche quella della ragazza che in preda alle crisi epilettiche era accasciata al suolo. In un’altra delle foto sembra invece che la giovane sia stata paragonata a Mariangela, la figlia di Ugo Fantozzi (il personaggio che Paolo Villaggio ha portato al cinema).

La scuola ha deciso di punire questo brutto episodio di cyberbullismo infliggendo tre giorni di sospensione alle colpevoli e stabilendo che le stesse dovranno dedicarsi ad attività di volontariato. Oltre questo provvedimento disciplinare sembra non sia stato fatto altro: la famiglia della quattordicenne vittima di cyberbullismo avrebbe scelto di non sporgere denuncia e nessuna inchiesta sarebbe stata aperta a livello giudiziario.