Vincenzo Mastronardi, il docente dell’Università La Sapienza che avrebbe permesso l’intervento di Francesco Schettino durante la lezione conclusiva di un master accademico, parla ai microfoni di SkyTg24 e si difende. Mastronardi è ovviamente finito nell’occhio del ciclone delle polemiche ed è stato deferito dal rettore Luigi Frati (che si è detto indignato per quanto accaduto e che ha dichiarato come Mastronardi abbia agito in totale autonomia).

Nell’intervista su Sky si è dichiarato vittima di accanimento, ha specificato che non si aspettava che Schettino venisse alla lezione. Dice di sentirsi crocifisso e di non meritare assolutamente un trattamento simile. Sulla decisione del rettore Frati, che l’ha deferito, commenta così: “E’ stato indelicato con me e non ho alcuna intenzione di dimettermi“.

Ovviamente si è detto vicino alle famiglie delle vittime del naufragio della Costa Concordia e ha specificato che Schettino non ha ricevuto alcun compenso per il suo intervento.

LEGGI TUTTE LE NOTIZIE SUL CASO DI “SCHETTINO ALLA SAPIENZA”

Schettino insegna all’Università: incredibile, lezione sulla gestione del panico

Schettino Sapienza Roma: la lectio (non) magistralis, la rete e l’informazione

Francesco Schettino università: bufala a metà, ma la Rete lo ha già bocciato

Schettino università: l’informazione a metà di Tg5 e Tg4

Schettino università: Twitter stronca La Sapienza