Una maestra di scuola elementare di 61 anni è stata arrestata con l’accusa di maltrattamenti di minori all’interno di una scuola materna nel Foggiano. A scoprire il trattamento che era riservato ai bambini (innocenti ed indifesi) sono stati gli agenti della Polizia di Stato del commissariato di Manfredonia a seguito della segnalazione da parte dei vertici della scuola in cui insegnava la maestra “molesta”. La Procura, infatti, ha disposto l’installazione di alcune telecamere nascoste nelle classi in cui insegnava la donna e così ha scoperto “numerosissimi episodi di maltrattamenti nei confronti dei bambini fra i tre i cinque anni, tutti alunni dell’insegnante indagata”. A questo punto è scattato l’arresto della Polizia che, da tempo, teneva d’occhio la donna.

I bambini strattonati per le braccia

La donna, che ha ottenuto i domiciliari, dovrà difendersi dalle accuse degli inquirenti secondo cui avrebbe schiaffeggiato sulla testa alcuni bambini e poi li avrebbe strattonati per le braccia. La loro “colpa”? Stando alle prime informazioni trapelate, i piccoli sarebbero stati maltrattati perché o non volevano stare seduti o sbagliavano a colorare i disegni. Una storia terrificante che segue altri casi di cronaca in cui maestre di scuola materna sono state sorprese a picchiare i loro alunni senza alcun motivo.