Sono giustificata.

Perchè ve l’avevo detto qui, proprio poche ore fa.

Le bolle di sapone dette anche “rumors” vanno prese per bolle di sapone quali sono.

Ripeto, quindi, che sono giustificata (auto-convinciti Valentina).

Sto delirando.

Forse sì, perchè fino a poche ore fa Zanini era già stato nominato, dai pettegolezzi, nuovo direttore creativo della maison Schiaparelli.

Ed invece, no.

La notizia è di pochi minuti fa.

Colui che dirigerà l’intero ambito stilistico della casa francese (ora proprietà dei Della Valle) è, signori e signore, anzi “mesdames et messieurs”, Christian Lacroix.

Attimo di silenzio e di stupore.

Chi se lo aspettava??

Prima Galliano, poi Zanini. Di nomi ne erano stati fatti tanti.

Christian Lacroix firmerà la prima collezione alta moda Elsa Schiaparelli il prossimo luglio a Parigi.

Quindici pezzi iconici fra quelli che hanno fatto la storia dell’antagonista per eccellenza di Coco Chanel.

Nuovo corso, nuovo volto.

E Zanini? Pare sia rimasto tra i designer permanenti del brand.

E non è tutto. Della Valle ha intenzione di ingaggiare ogni anno un nuovo designer per dare nuovo slancio al brand.

Cosa posso dirvi?

Semplicemente che la maggiorparte dei commenti alla notizia sono del tipo “Della Valle santo subito” e cose del genere.

Santo non lo so, ma geniale di sicuro.