Lo sciopero aerei del 21 aprile è stato differito dal Ministro dei Trasporti, Graziano Delrio, che attraverso un’ordinanza ha impedito che le compagnie aeree e il personale pronti alle agitazioni potessero creare troppi disagi ai viaggiatori. Lo sciopero del settore aereo sarebbe infatti caduto proprio in concomitanza ai giorni in cui una gran mole di viaggiatori sarebbero stati pronti a partire per l’imminente ponte del 25 aprile. Da qui la necessità di richiedere prima di spostare lo sciopero al mese di maggio e poi di differirlo.

Le agitazioni sono dunque state differite per impedire un grave ed irreparabile pregiudizio alla libera circolazione dei viaggiatori, diritto costituzionalmente garantito. Ciò significa, in concreto, che il prossimo venerdì 21 aprile i voli saranno del tutto regolari e che lo sciopero, seppur legittimo, si verificherà in data successiva.

Tutti gli orari delle agitazioni in precedenza comunicati non sono dunque più validi. I viaggiatori che il 21 aprile dovranno partire, sia per il ponte del 25 sia per altre motivazioni, non dovranno quindi più preoccuparsi in merito all’eventuale cancellazione dei voli causa sciopero. Non appena si riceveranno notizie in merito alla prossima data per le agitazioni, la stessa sarà tempestivamente comunicata assieme a tutti gli altri dettagli sulle modalità di stop dei voli e dei servizi aeroportuali eventualmente interessati.