Uno sciopero che ha coinvolto sei aeroporti tedeschi ha mandato in tilt il traffico aereo anche in Italia, con voli cancellati anche all’aeroporto Leonardo da Vinci di Fiumicino. Lo sciopero è stato indetto dal personale di terra e ha provocato la cancellazione di quasi novecento voli di Lufthansa, costringendo oltre 87 mila passeggeri a non poter partire. Nonostante questo, Lufthansa avrebbe assicurato che il 40 per cento dei voli in programma nella giornata di mercoledì 27 aprile dovrebbe essere salvaguardato. Anche la compagnia Air Berlin ha annunciato cancellazioni di voli.

Per quanto riguarda l’Italia, a causa dello sciopero Lufthansa ha proceduto alla cancellazione di sedici voli in arrivo e in partenza dall’aeroporto laziale di Fiumicino. Le cancellazioni riguardano soprattutto gli aeroporti di Monaco di Baviera e di Francoforte. Oltre a questi ultimi due, sono interessati dagli scioperi anche gli aeroporti di Hannover, Dortmund, Dusseldorf e di Colonia/Bonn. Per quanto riguarda l’aeroporto di Monaco di Baviera, ad esempio, le cancellazioni dovrebbero riguardare 545 voli e 54 mila passeggeri che resteranno a terra e dovrebbero essere soltanto novanta i veicoli che decolleranno o che atterreranno.

All’aeroporto di Francoforte lo sciopero dovrebbe essere già terminato dalle ore 15:00, anche se è prevedibile che i disagi possano protrarsi anche oltre quell’orario. Il personale di terra a incrociato le braccia per protestare contro la vertenza con Laender e federazione in merito al rinnovo del contratto del pubblico impiego. Per questo motivo si pensa che lo sciopero odierno possa essere soltanto il primo di una lunga serie o comunque che non sarà un episodio isolato.