I sindacati Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti e Ugl hanno proclamato quasi due ore di sciopero a Fiumicino, dalle ore 11 alle 12:50. Il motivo dello stop e delle proteste è legato all’incendio che si è sviluppato qualche giorno fa presso il Terminal 3 e per cui adesso gli operatori chiedono maggiore sicurezza. L’Enac e l’Adr vengono sollecitate affinché accertino che non vi siano rischi per la salute dei lavoratori e dei passeggeri. Si teme infatti che possa esserci il rischio di intossicazioni. Qualora non si facciano accertamenti e qualora questi dovessero avvenire e accertare che il rischio effettivamente esiste, i lavoratori chiedono che il Terminal 3 venga temporaneamente chiuso.

Ai sindacati che hanno indetto lo sciopero a Fiumicino ha risposto Flavia Simonetta Pirola, direttrice sanitaria della Asl di Roma D, secondo cui per il momento non vi sarebbe alcun rischio per la salute e la sicurezza né dei lavoratori né dei passeggeri e che quindi non è ipotizzabile la chiusura del Terminal 3. La Pirola ha fatto sapere anche che l’Arpa sta effettuando rilievi sul posto e che attualmente non vi sono i presupposti per lanciare allarmi e che si è in attesa di ricevere le relazioni complete dei tecnici.

A causa dello sciopero a Fiumicino i passeggeri hanno dovuto subire ovviamente alcuni contrattempi, che si sono inevitabilmente riversati su di loro. Il sindaco della città, Esterino Montino, ha mostrato molte perplessità su come sia stata gestita la questione e avrebbe dichiarato che all’interno dello scalo aeroportuale non sarebbe stato effettuato in realtà alcun intervento da parte dell’Arpa e che riaprire lo scalo a poche ore dal rogo sarebbe stata una forzatura.

A rassicurare sulle condizioni di sicurezza vi sono state anche le dichiarazioni di Vito Riggio, presidente dell’Enac: “Le nostre rilevazioni dicono che l’aria è nella norma; le sostanze sviluppate nell’incendio non sono dannose. Da parte nostra e di Aeroporti di Roma stiamo facendo il possibile. Ci sono in funzione enormi aspiratori per il ricambio d’aria ed anche totem profumatori“.