Non si conoscono ancora tutte le modalità di svolgimento ma pare che il 21 ottobre prossimo dovrebbe esserci uno sciopero generale che promette di paralizzare l’Italia. Promosso contro la politica del governo di Matteo Renzi,  lo sciopero generale dovrebbe interessare sia il settore dei lavoratori pubblici sia quello dei privati e riguarderà quasi certamente anche il trasporto (treni, bus, aerei…) e la scuola.

La Usb, che ha presentato lo sciopero generale di venerdì 21 ottobre con lo slogan Fermiamo il Paese, facciamo scendere Renzi, ha in mente di indire lo stop a partire dalle ore ventiquattro del 21 per farlo poi terminare alla mezzanotte del giorno dopo.

Per quello che riguarda la città di Milano, ad esempio, se lo sciopero generale e le modalità dello stesso dovessero essere confermate, il settore ferroviario dovrebbe fermarsi dalle ore 9 alle 17 mentre non si avrebbero ancora indicazioni in merito ai lavoratori di Atm.

Tra le contestazioni varie che vengono fatte contro il governo di Matteo Renzi vi sono le rivendicazioni in merito al rinnovo dei contratti del pubblico impiego, l’aumento di salari e pensioni, la riduzione dell’orario di lavoro a parità di salario, sicurezza sul lavoro e reddito per tutti. Nei prossimi giorni seguiranno certamente aggiornamenti sulla situazioni e sarà di sicuro più facile fornire maggiori informazioni al riguardo.