Mercoledì 8 marzo 2017 è stato proclamato uno sciopero generale che potrebbe creare non pochi problemi a coloro che devono usufruire dei mezzi di trasporti. Lo sciopero generale durerà infatti ventiquattr’ore ed è stato proclamato dai sindacati Usi, Slai Cobas, Cobas, Confederazione dei Comitati di Base, Usb, Sial Cobas, Usi-Ait, Usb, Sgb, Flc e Cgil che hanno aderito all’iniziativa lanciata in tutto il mondo dal Movimento Internazionale delle Donne, in occasione della festa delle donne dell’8 marzo, per protestare contro la violenza di genere. In Italia l’iniziativa è stata rilanciata attraverso il movimento Non una di meno.

Trattandosi di sciopero generale, lo stop del servizio potrebbe riguardare mezzi pubblici locali, trasporto ferroviario e aereo. Trenitalia, ad esempio, avrebbe già fatto sapere che lo sciopero partirà alla mezzanotte del 7 marzo per concludersi alle ore 21 di mercoledì 8.

Il trasporto pubblico locale di Roma dovrebbe fermarsi a partire dalle 8:30 e fino alle ore 17. Alle 20 lo sciopero dovrebbe riprendere fino alla conclusione del servizio. Pare inoltre che nella notte tra l’8 e il 9 marzo non sia garantito neppure il servizio dei bus notturni. Sempre a Roma, non sarà garantito il servizio delle linee ferroviarie Roma-Civitacastellana-Viterbo e Roma-Lido e delle linee periferiche gestite da Roma Tpl. A Milano, invece, lo stop dei mezzi pubblici dovrebbe essere applicato nei seguenti orari: dalle ore 8:45 alle ore 15 e poi dalle ore 18 e fino al termine del servizio.

Per quanto riguarda infine il settore del trasporto aereo, lo sciopero generale inizierà a partire dalla mezzanotte di martedì 7 e si concluderà alle ore 23:59 dell’8 marzo.