Il sindacato Usb ha indetto uno sciopero del trasporto pubblico a Roma per il 7 agosto. Lo sciopero durerà 4 ore: dalle ore 8.30 alle 12.30. L’agitazione è stata promossa per protestare contro l’ingresso dei privati nell’Atac, l’azienda  che si occupa del trasporto pubblico della Capitale.

In una lettera aperta al Parlamento l’Usb ha sottolineato che macchinisti e autisti dell’Atac si trovano a operare in condizioni di estrema difficoltà e scarsa sicurezza. La privatizzazione del servizio, secondo il sindacato, non rappresenta la soluzione giusta.

L’Usb ha ricordato che a Roma esistono già tante linee e aziende private che non offrono affatto servizi eccellenti ai cittadini e che non hanno costi accessibili, a differenza del trasporto pubblico. L’Usb difende il diritto di sciopero, tutelato dalla Costituzione, e si dice preoccupata dalle proposte di riforma che mirano a limitare la libertà di protesta dei lavoratori.

Vi chiediamo quindi di riflettere con attenzione su questo tema delicato, un diritto costituzionale che coinvolge in modo pregnante aspetti sociali, politici, economici, giuridici e culturali, e conseguentemente a respingere la logica che vorrebbe convincerVi invece che un lavoratore ridotto all’impotenza possa rappresentare un bene per il futuro di questo Paese.

Sulla privatizzazione dell’Atac è intervenuta anche la Uil Roma. Il segretario Alberto Civica ha spiegato che la notizia è stata un fulmine a ciel sereno, aggiungendo che attualmente neanche un emiro drogato investirebbe su un’azienda simile, parole utilizzate dall’ex sindaco di Roma Francesco Rutelli:

Un partner industriale se arriva, arriva su un’azienda che ha delle prospettive. Se continuano a trattarla come un’azienda decotta credo che non arrivi nessuno.

Sindacati incontrano Marino per discutere futuro dell’Atac

Nelle scorse ore Marino e il neo assessore ai Trasporti Esposito hanno incontrato i vertici di Uil, Cisl e Uil per trovare un accordo sul futuro dell’Atac. Il terreno è stato posto ma la discussione riprenderà solo a settembre. Come ha sottolineato Esposito al termine dell’incontro:

Prendo atto della loro proposta che mette insieme Atac, Cotral e Ferrovie dello Stato. Io ho qualche dubbio che questa operazione si possa fare senza un’evidenza pubblica, però il clima è positivo.

Sciopero mezzi pubblici 7 agosto: stop anche a linee periferiche Roma Tpl

Intanto il 7 agosto si fermeranno anche le linee periferiche gestite dalla Roma Tpl, per lo sciopero indetto da Cgil, Cisl e Uil dalle 8.30 alle 12.30. Sciopero che viene meno alle richieste del prefetto Gabrielli che chiedeva di rispettare la pausa di 20 giorni tra uno sciopero e l’altro per evitare troppi disagi ai viaggiatori. Non si esclude una nuova precettazione dopo quella del 27 luglio.