Trasporti e mezzi pubblici fermi per 4 ore oggi in tutta Italia e in gran parte dell’Europa. Come Spagna, Portogallo e Grecia, anche il nostro Paese ha deciso di aderire alla giornata europea di mobilitazione con uno sciopero generale. Ma agitazioni sono previste in ben 23 dei 27 Stati dell’Unione. La protesta contro tagli e austerity si svolgerà in cento piazze italiane, epicentro a Terni con la presenza della leader Cgil, Susanna Camusso. Manifestazioni sospese nelle zone della Toscana e dell’Umbria colpite dal maltempo. Gli orari dei blocchi varieranno a seconda del mezzo di trasporto: dalle 10 alle 14 si fermeranno gli aerei, mentre dalle 14 alle 18 sarà il turno dei treni, con le consuete fasce di garanzia come nel caso del trasporto locale. Le navi partiranno con 4 ore di ritardo rispetto agli orari previsti, braccia incrociate anche sulle autostrade. A rendere quello di oggi un “mercoledì nero” ci penseranno anche le proteste del mondo della scuola. In programma a Roma i cortei di professori e precari della conoscenza a cui si affiancheranno quelli di liceali e universitari. Nessun seguito, invece, per la giornata di venerdì prossimo: il nuovo sciopero previsto per il 16 novembre è stato infatti rinviato al 14 dicembre.

photo credit: lucamascaro via photopin cc