Venerdì 16 giugno si preannuncia una giornata di passione per i cittadini e i turisti che fanno affidamento sui mezzi pubblici. È infatti previsto uno sciopero generale dei trasporti che durerà per 24 ore e che interesserà il trasporto pubblico locale, quello ferroviario, quello aereo e anche quello marittimo. Il motivo dello sciopero generale è da rintracciare nella protesta contro le privatizzazioni nel settore ed è stato proclamato da Cobas lavoro privato, Usb, Cub e Sgb. Andiamo dunque a conoscere quali saranno le diverse modalità di svolgimento dello sciopero dei trasporti di venerdì 16 giugno.

Sciopero 16 giugno: trasporto pubblico locale

Il trasporto pubblico locale si ferma con orari e modalità differenti che mutano da città a città. Per quanto riguarda Roma, ad esempio, si sciopera per 24 ore ma i mezzi saranno garantiti fino alle ore 8:30 e poi dalle 17 alle 20. Orari di stop diversi a Milano, dove lo sciopero del trasporto pubblico è invece previsto dalle ore 8:45 alle ore 15 e poi dalle ore 18 fino al termine del servizio.

Sciopero 16 giugno: treni

Sciopero generale di 24 ore anche per il settore ferroviario. I viaggiatori potrebbero incorrere in disagi – dovuti a ritardi o cancellazioni – già a partire dalle ore 21:00 di giovedì 15 giugno e fino alle ore 21 di venerdì 16 giugno. Anche in questo caso garantiti i servizi minimi nelle fasce orarie di garanzia. Per tutte le altre informazioni su eventuali cancellazioni e/o ritardi è possibile consultare i siti internet di Trenitalia, Trenord e Ntv (Italo).

Sciopero 16 giugno: aerei

Concludiamo infine con le modalità di svolgimento dello sciopero generale dei trasporti di venerdì 16 giugno ricordando che anche i lavoratori del settore aereo incroceranno le braccia. In questo caso, i viaggiatori potrebbero subire disagi a partire dalle ore 00:01 alle ore 23:59 di venerdì 16 giugno. Lo sciopero riguarderà infatti i lavoratori del comparto aereo e aeroportuale.